, , , , ,

Bio&Dynamica, gli assaggi suggestivi, parte II°

assaggi suggestivi
di Antonio Stanzione

Ripercorrendo le giornate di domenica e lunedì di Guida Bio, presso la kermesse meranese, vi offriamo una panoramica della manifestazione e degli assaggi più suggestivi della sezione Bio&Dynamica andata in scena all’Hotel Terme.

Si è da poco conclusa la trentesima edizione di Merano WineFestival, dal titolo “Le Ali della Bellezza”

In uno scenario così caratteristico, come quello di Merano, è andata in scena la 30^ edizione di quello che ormai è un appuntamento che gli amanti del buon bere e del buon cibo non possono mancare.

Noi di Guida Bio eravamo presenti all’evento e con questo articolo vogliamo condividere i nostri assaggi, della sezione Bio&Dynamica.

Gli assaggi più suggestivi di Bio&Dynamica 2021 parte II (in ordine alfabetico per azienda)

Domenica 07/11/2021

Azienda Agricola Toscani propone Vieni Via con Me 2017: piccoli frutti rossi, ribes nero e un potpourri di fiori si fondono alla perfezione con note speziate e tostate di tabacco e caffè. Pieno, succoso, dinamico, persistente e di nobile trama tannica all’assaggio.

Case Paolin dona assaggi di Asolo Prosecco Brut DOCG: gli intensi sentori fruttati si accompagnano a intriganti cenni floreali di acacia e lievi note di erbe aromatiche. Cremoso, fresco e persistente il sorso.

La Sala del Torriano, Campo all’Albero 2016: è un vino in cui i sentori fruttati di amarena, prugna e ribes nero anticipano ritorni speziati di pepe nero e si fondono a cenni tostati di cuoio e tabacco. Pieno, morbido e di buon equilibrio il sorso.

Palmento Costanzo ci rapisce con Prefillossera 2016: un Etna Rosso dal carattere deciso e armonioso con sentori di piccoli frutti rossi in bella mostra, poi spezie e tabacco emergono da sensazioni minerali, balsamiche e di pietra focaia. Pieno e persistente il sorso.

Podere San Cristoforo  con Ameri 2018: è un vino dal carattere intenso nei suoi sentori fruttati di prugna, ciliegia e frutti di bosco, che si accompagnano a sensazioni speziate di pepe nero e toni tostati di vaniglia e tabacco; fresco, dinamico e persistente il sorso.

Poggio Nibbiale propone Tommaso 2017: ha un bouquet olfattivo dominato da sensazioni fruttate di prugna, amarena e piccoli frutti rossi di bosco, spezie e erbe aromatiche, prima di lasciare spazio a note di vaniglia e tabacco. Pieno, fresco e corrispondente il sorso.

Renato Keber ci offre un Pinot Bianco del Collio Riserva 2015: un vino dominato all’olfatto da sensazioni fruttate di mela, albicocca e cenni di spezie e vaniglia che emergono da sbuffi minerali che conducono ad un sorso morbido, fresco e sapido.

Sergio Pitticco propone il suo Schioppettino di Prepotto 2018: caratterizzato da accattivanti note fruttate di more, marasca e mirtillo che si fondono a toni balsamici e speziati, prima di lasciare spazio ad un sorso elegante e persistente.

Tenuta Stella ci affascina con la sua Ribolla Gialla Brut 36 mesi sui lieviti: un vino caratterizzato da un olfatto fruttato e floreale con ritorni minerali e di crosta di pane che conducono ad un sorso cremoso, fresco e sapido.

Lunedì 08/11/2021

Cantine Fontezoppa sorprende son il Colli Maceratesi Ribona Asola 2017: dall’intenso e complesso olfatto che si manifesta con nette sensazioni di frutta matura e agrumi, che anticipano ritorni floreali e minerali che emergono da lievi toni tostati. Fresco, sapido, persistente e vibrante il sorso.

Il Casolare Divino ci rapisce con il Tralice 2017: un nettare dal complesso bouquet olfattivo che si apre su note di piccoli frutti di bosco e ciliegia, che si accompagnano a spezie e erbe aromatiche. Il sorso è pieno, fresco, sapido e corrispondente.

Masseria nel Sole, Mordi il Politico 2017: esprime un elegante olfatto che si manifesta con sensazioni di piccoli frutti rossi maturi, spezie ed erbe aromatiche che si accompagnano a note di tabacco e vaniglia. Il sorso è dinamico, fresco e dal tannino maturo e carezzevole.

Mirabella ci affascina con il suo Franciacorta Dosaggio Zero Riserva DOCG “DØM” 2013: uno spumante caratterizzato da un elegante e complesso olfatto che mostra note fruttate, tostate e di crosta di pane che emergono da sbuffi minerali. Cremoso, corrispondente e persistente il sorso.

Scuropasso propone Roccapietra Zero 2015: uno spumante dalle eleganti note olfattive, veicolate da un finissimo perlage, che rivelano cenni floreali di ginestra che si fondono a toni fruttati, tostati e minerali, prima di sfociare in un sorso cremoso, sapido e dinamico.

Trabucchi d’Illasi, Amarone della Valpolicella DOCG 2012: l’intenso bouquet olfattivo si apre su sentori di piccoli frutti rossi in sciroppo, cenni speziati e toni tostati di cacao e vaniglia. Morbido, rotondo e di elegante dote tannica.

Vetrère, VT Salento Bianco 2018: un vino che esprime eleganti sentori di frutta tropicale che si accompagnano a cenni di frutta matura, seguiti da richiami floreali e di erbe aromatiche. Il sorso è fresco, minerale, dinamico e persistente.